24/11/2011 Formia Operazione anticamorra, indagate 23 persone e sequestrati i beni del clan Mallardo

Dalle prime ore di questa mattina è in corso un’imponente operazione di polizia giudiziaria coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli e condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Latina unitamente al G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Roma nei confronti di esponenti del clan Mallardo. L’operazione ‘Aquila reale’ vede impegnati circa 250 tra poliziotti e finanzieri che stanno procedendo all’esecuzione di 20 perquisizioni, di un arresto e di svariati sequestri di immobili e società per un importo complessivo di oltre 200 milioni di euro disposti dal Tribunale di Napoli nei confronti di un gruppo camorristico facente capo a Dell’Aquila Giuseppe, alias Peppe ‘O Ciuccio, esponente apicale del Clan Mallardo, egemone nell’area di Giugliano in Campania (NA) e con importanti propaggini nelle province di Napoli e Caserta, nel basso Lazio ed in Emilia Romagna. I reati contestati alla cellula camorristica capeggiata da Dell’Aquila Giuseppe (attualmente detenuto dopo un lungo periodo di latitanza) e composta anche dai suoi fratelli Dell’Aquila Giovanni e Dell’Aquila Domenico (anch’essi già detenuti), vanno dall’associazione per delinquere di stampo mafioso al concorso esterno in associazione camorristica alla fittizia intestazione di beni e coinvolgono complessivamente 23 indagati.
Tra i beni in mano al clan anche un ristorante sull’isola di Ponza, uno yacht e svariate società. I particolari dell’operazione saranno illustrati dagli inquirenti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11,00 presso la Procura della Repubblica di Napoli.

LOGO MIXINTIME